dicembre, 2019

03dic(dic 3)0:0005(dic 5)23:59IL TEATRO DEGLI OGGETTI

Dettagli

Off/Off Theatre

Fulvio Abbate
in

 

IL TEATRO DEGLI OGGETTI

 

scritto e diretto da
Fulvio Abbate

fisarmonica Marcello Fiorini
direttore allestimento Umberto Fiore

“Il teatro degli oggetti” è un racconto d’autore, a voce, della storia del mondo animato, appunto attraverso le cose: mostrare gli oggetti, nella convinzione che perfino il più insignificante souvenir, fosse anche un posacenere sottratto in una camera d’hotel, possa custodire uno spunto narrativo, forse perfino magico, certamente epocale.

Ecco cos’è “Il teatro degli oggetti”, che lo scrittore Fulvio Abbate mette in scena da quindici anni nei teatri italiani, accompagnato, fin dall’esordio, dalla fisarmonica di un musicista.

Dunque, gli “attori”, i protagonisti, nel nostro singolare caso, sono, proprio le cose, senza un rigido testo drammaturgico di riferimento, accompagnate dalla capacità ora puntualmente descrittiva ora dichiaratamente affabulatoria dell’autore-interprete; le Cose nella loro suggestione immediata, nel loro deposito-catasto di memoria che suscita la meraviglia.

Gli oggetti offerti all’attenzione altrui da un narratore e da questi accompagnati da un “commento”, in una sequenza che determina un possibile romanzo visivo, il romanzo delle cose, appunto. Quali cose, quali oggetti?

Ne anticipiamo soltanto alcuni.
Il gioco da tavolo che Groucho Marx realizzò per il canale televisivo NBC negli anni Cinquanta, o l’omino del detersivo che fumava miracolosamente le sue sigarette, oppure l’immagine votiva di una santa dei poveri del Perù che rende invisibili i ladri, e ancora il gagliardetto del Rotary Club di Hiroshima, e la banconota emessa dagli anarchici spagnoli nel 1936, infine il temperamatite a forma di John Fitzerald Kennedy, lo scudo della polizia e molto altro ancora.

3 dicembre   5 dicembre 2019

X