FULLIN LEGGE FULLIN spettacolo leggermente autoreferenziale
off

PROSA       

fullin-legge-fullin-spettacolo-offoff-teatro-roma

pastedGraphic.png

4  5 maggio 2019

pastedGraphic.png

Musa Produzioni

 

FULLIN LEGGE FULLIN

Spettacolo leggermente autoreferenziale

testi di Alessandro Fullin e Mario Angioni

 

di e con

Alessandro Fullin

Un “evergreen” che riscuote un grande successo tra il pubblico dei più giovani e non, raccogliendo consensi in maniera trasversale tra generazioni.

 Alessandro Fullin si racconta attraverso l’attività che più ama: lo scrivere.
Dalla lista della spesa ai spensierati aforismi, dalle lettere d’amore alle mail mai inviate, il ritratto di un uomo che molti percepiscono come un comico non vedendolo per quello che realmente è: una missionaria.
Gli anni passano e le carte aumentano: se ci fosse un ventilatore questo spettacolo sarebbe un’opera di Boltanski.
Anche per il tono, che ha momenti di assoluta comicità e di tristezza fulminante, un po’ come i Tweet che Fullin ogni giorno, alle 9.00 a.m., lancia ai suoi followers.
Solo sul palco, per 60 minuti, Fullin si legge per tentare di trovare un filo logico in una vita che ha fatto il possibile per essere un gomitolo che anche Arianna avrebbe difficoltà nel dipanare.

 

BIOGRAFIA

Alessandro Fullin è nato a Trieste nel 1964. Ha lavorato in tv, radio e a teatro.
Nel 2005 viene conosciuto dal grande pubblico per la sua partecipazione a “Zelig Circus” e alla sit-com “Belli dentro”.
Nel 2007 la sua commedia “Le serve di Goldoni” viene presentata alla Biennale di Venezia.
Ha pubblicato: “Tuscolana” (Mondadori), “Come fidanzarsi un uomo senza essere una donna” (Mondadori), “Ho molto tempo dopo di te” (Kowalski), “Pomodori sull’orlo di una crisi di nervi” (Cairo), “Panico botanico” (Cairo), “Sissi a Miramar”, “Ritorno a Miramar”, “Oberdan amore mio”, “Giallo Trieste Rosso Capodistria”, “Basabanchi” (Mgs).
Dal 2013 ha cominciato la collaborazione con la compagnia teatrale “Nuove Forme” con la quale ha realizzato due spettacoli: “Piccole gonne” e “La Divina”.
Con il Teatro La Contrada ha curato la regia di “Ritorno a Miramar”, “Basabanchi” e “Basabanchi repete”.

Titolo

9.7.2018
 

Comments are closed.