KARMAFULMINIEN – FIGLI DI PUTTINI

Dopo il grande successo di  “Dopodiché stasera mi butto”, il Teatro della Tosse torna con “Karmafulminien – Figli di Puttini”: tre angeli irrequieti, nostalgici, estimatori dell’Empireo, della contemplazione e della pace dei sensi, assorbono, loro malgrado, le angosce del genere umano.

Spugne, parafulmini, idrovore del mal di vivere, ritrasmettano potenti deliri e allucinazioni convertono correnti avverse in good vibrations. Strumenti di una qualche volontà superiore, trasformano stati ansiosi in tisane e infusi, malesseri in materassi, complessi in amplessi ambosessi, fobie in fiabe e stress in strass.

Tre angeli aggressivi, pessimisti, cinici e caustici che si presentano agli umani come angeli 3.0, incarnazione della spiritualità moderna, tirati per la giacchetta dal genere umano solo per prendere un bel voto all’università, rimorchiare o vincere al superenalotto. Una condizione frustrante per queste creature celesti, che desidererebbero essere come in passato degli angeli custodi, che accompagnano l’uomo dall’inizio alla fine, restando al loro fianco in tutti i momenti della vita

Uno spettacolo comico, con ritmo incalzante, che fa ridere dall’inizio alla fine, anche in maniera amara, dei difetti della società.

Una riflessione sulla spiritualità dell’uomo moderno, sulla mercificazione del culto.

Coinvolgimento del pubblico in sala assicurato.

 

di e con Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Luca Mammoli

regista e co-autore Riccardo Pippa

scene Anna Maddalena Cingi

costumi Daniela De Blasio, Anna Maddalena Cingi

luci Danilo Deiana

produzione Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse

6.12.2017
 

Comments are closed.