L’AMORE PER LE COSE ASSENTI

É il giorno del quarantaseiesimo compleanno di Giulia, che riceve in regalo da Matteo, il suo secondo marito, la libertà: ha organizzato per lei una bellissima festa di compleanno, ma non ha invitato nessuno. Vuole restare solo con la moglie, occhi negli occhi, per dirle addio.

Giulia e Matteo finalmente parlano, dunque, in un confronto vero e sincero non più mediato dai sensi di colpa, sterminati ormai dalla voglia di verità che li anima.

E che ci coinvolge, facendoci immedesimare ora nell’uno ora nell’altra, mentre si chiedono che fine abbia fatto la magia del primo incontro e dove si annidi il preciso momento in cui le convenzioni sociali hanno preso il posto dei sentimenti.

Liberi dal peso delle parole mai dette, i due protagonisti arriveranno ad una risoluzione spiazzante, per loro e per noi spettatori.

Luciano Melchionna scrive e dirige questa originale e impietosa autopsia dei sentimenti: un’indagine sull’amore scandita dalla narrazione di Her, nel ruolo di prologo, epilogo e di personificazione dell’Amore. Che, forse, esiste.

 

di Luciano Melchionna

con Giandomenico Cupaiuolo e Valeria Panepinto

e con la partecipazione di HER

scene Roberto Crea

musiche originali Stag

costumi Milla

assistente alla regia Sara Esposito

regia Luciano Melchionna

produzione Ente Teatro Cronaca VesuvioTeatro

6.3.2018
 

Comments are closed.